• Regalatemi le rose peggiori

    by  • settembre 30, 2013 • Etica, Featured, Me, Real, Viaggi • 1 Comment

    P1060735P

    De Andrè e Francesco De Gregori in “Canzone per l’estate” cantavano “con l’idiota in giardino ad isolare le tue rose migliori”; il titolo è un riferimento ironico al decadimento della canzone a puro intrattenimento evasivo e commerciale.

    La canzone richiama le situazioni tipiche di una famiglia che è finalmente riuscita a guadagnarsi un posto più di prestigio nella società, ma che si accontenta delle abitudini borghesi e “non riesce più a volare”.

    Regalatemi, quindi, le rose peggiori. Regalatemi quello che di vero e semplice il mondo ha da offrire, regalatemi quello che viene scartato dalla nostra società solo perchè non abbastanza attraente al primo sguardo, non abbastanza evidente, non sufficientemente semplice da “consumare”.

    E permettetemi di continuare a volare.

    One Response to Regalatemi le rose peggiori

    1. Maretta
      settembre 22, 2015 at 10:52 am

      E come dimenticare “dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”. Questa però è un’altra, splendida, canzone..:)

      (ps. Li mortacci tua e la matematica Lollo, per commentare mi tocca usare la calcolatrice! -.-’)

      Google Chrome 45.0.2454.93 Google Chrome 45.0.2454.93 Windows 7 Windows 7
      Mozilla/5.0 (Windows NT 6.1) AppleWebKit/537.36 (KHTML, like Gecko) Chrome/45.0.2454.93 Safari/537.36

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


    × tre = 27